Questo sito richiede il plugin flash per mostrare alcuni dei suoi contenuti. DOWNLOAD
Peugeot Tipo 3
item.STAMPA
Peugeot Tipo 3
Prodotti > Automobili
France 1891

| Altri


Il 1891 è la volta della Tipo 3, diretta evoluzione del modello precedente contrassegnata da importanti migliorie meccaniche e telaistiche. Allungato di 400 mm in modo da poter accogliere una seconda fila di sedili in configurazione Vis-à-vis, il nuovo chassis si compone di due intelaiature tubolari orizzontali unite tra loro da corti distanziali, al cui interno viene fatta circolare l᾿acqua per il raffreddamento del motore. Quest᾿ultimo è installato posteriormente in posizione trasversale, unitamente alla nuova trasmissione a 4 rapporti con differenziale.
Rivisto nel diagramma funzionale e nel gruppo di alimentazione, il bicilindrico Daimler è ora in grado di erogare 2 CV a 1000 giri/min, consentendo alla vetturetta di raggiungere una velocità massima di 18 km/h complice anche il suo peso a vuoto di appena 550 kg. Al posto della semplicistica guida diretta del modello precedente, la Tipo 3 adotta un raffinato apparato di sterzo con gruppo di demoltiplicazione collegato alle ruote attraverso due corte catene trasversali. Un pratico manubrio con doppie impugnature prende il posto della barra “queue-de-vache” (cioè “a coda di vacca”) presente sulla Tipo 2. Le ruote, a diametro differenziato, sono provviste di leggerissime raggiature in filo d᾿acciaio e di mozzi con cuscinetti a sfere.
La Peugeot Tipo 3 fa la sua apparizione ufficiale al seguito della corsa ciclistica Parigi-Brest-Parigi, un tracciato di oltre 2000 km che percorre senza particolari inconvenienti alla media di 14,7 km/h, qualificandosi a pieno merito tra le più moderne e avanzate realizzazioni del tempo. Viene prodotta complessivamente in 64 unità, molte delle quali esportate.
L᾿esemplare n° 25 prende la via dell᾿Italia, più precisamente di Piovene Rocchette, vicino Schio in Provincia di Vicenza, dietro acquisto dell᾿industriale Gaetano Rossi dell᾿omonimo gruppo tessile Lanerossi. La consegna della vettura ha luogo il 2 gennaio 1893, circostanza che qualifica la Peugeot Tipo 3 come prima automobile circolante in Italia. Passata nelle mani dell᾿imprenditore friulano Guido Lazzari (nel 1896) e poi dell᾿antiquario udinese Mario Marchetti (nel 1954), la Peugeot Tipo 3 n° 25 viene quindi ceduta da quest᾿ultimo al Conte Carlo Biscaretti di Ruffia, in cambio di una FIAT 1100 Familiare nuova di fabbrica. La vettura è oggi tra le più significative testimonianze storiche del Museo dell᾿Automobile di Torino.