Questo sito richiede il plugin flash per mostrare alcuni dei suoi contenuti. DOWNLOAD
Diesel Rudolf
item.STAMPA
 
Diesel Rudolf
Personaggi
 

| Altri


Per mantenersi al Politecnico, Rudolf è costretto a impegnare gran parte del tempo in lezioni private e piccole collaborazioni, un regime di vita molto duro ed emotivamente stressante, presto motivo di fortissime emicranie che lo perseguiteranno per il resto dei suoi giorni. Il ragazzo diventa nel frattempo cittadino tedesco, status che gli rende più facile la permanenza agli studi (grazie alla possibilità di accedere alle borse di studio), ma che per contro lo obbliga anche al servizio militare (incombenza da cui sarà comunque esonerato per insufficienza toracica). Non passa molto e Rudolf vede la sua esistenza ulteriormente complicarsi per la decisione dei suoi di ritornare stabilmente in Baviera, riunione famigliare che in quel momento rappresenta per lui molto più un problema che una gioia.
Al Politecnico di Monaco, Rudolf Diesel diventa allievo prediletto del professore Karl Linde, un᾿autorità mondiale nel campo della termodinamica e tra i più grandi esperti nelle applicazioni industriali delle basse temperature. Autore di molti brevetti correntemente sfruttati nelle macchine a espansione per la separazione dell᾿azoto dall᾿ossigeno e dai gas nobili, il professore Linde è anche fondatore e presidente di una grande azienda di impianti frigoriferi, attivamente presente in diversi Paesi europei. Attraverso Linde, Rudolf ha modo di svolgere un formativo tirocinio alla Sulzer di Winterthur, in Svizzera, vedendosi quindi proporre - conclusi gli studi al Politecnico - la direzione di una importante fabbrica del ghiaccio in via di realizzazione a Parigi, incarico per cui rappresenta un candidato ideale sia in termini di preparazione che per la padronanza della lingua francese.
Sono di questo periodo i primi concreti studi di Diesel sui motori endotermici, un campo in cui profonde gran parte del suo tempo e delle sue magre risorse economiche. Rudolf immagina un motore concettualmente semplice ed economico, facile da costruire e da gestire, parco nei consumi, leggero e facilmente trasportabile, così da poter trovare impiego anche nelle piccole realtà produttive e in agricoltura. La sua è quasi una ossessione morale finalizzata ad affrancare l᾿uomo dalle operazioni più gravose, in una più generale prospettiva di sviluppo e progresso della società.
Diesel si dedica inizialmente alla realizzazione di un motore a vapore, sfruttando come fluido l᾿ammoniaca in modo da poter elevare quanto più possibile la temperatura interna durante la fase d᾿espansione. I risultati si dimostrano però assai deludenti, spingendolo a intensificare gli studi sul motore endotermico ad autoaccensione che prenderà successivamente il suo nome, motore in cui l᾿esplosione della miscela aria-idrocarburo non avviene per effetto di una scintilla o di altro sistema d᾿innesco, bensì spontaneamente a seguito del surriscaldamento prodotto da una violentissima compressione. Rudolf nel frattempo ha fatto ritorno a Berlino, per dirigere il locale ufficio studi del professore Linde. Continua >>>