Questo sito richiede il plugin flash per mostrare alcuni dei suoi contenuti. DOWNLOAD
Porsche Ferdinand
item.STAMPA
 
Porsche Ferdinand
Personaggi
 

| Altri


Era venuto il momento di compiere un passo importante e iniziò a lavorare presso la società elettrica Bela Egger & Co. a Vienna (poi diventata Brown Boveri) nel 1893 dove, come garzone, potè approfondire le sue conoscenze.
Grazie al suo talento ed alla sua tecnica, nel giro di pochi anni (nel 1897) venne promosso da apprendista a direttore del centro di collaudo dove si era già costruito il primo mezzo di locomozione originale: una bicicletta elettrica, per la quale costruì una motore elettrico da applicare direttamente alla routa. Tutta la sua carriera fu caratterizzata dal suo spirito innovativo e pionieristico.
L'anno seguente (1898), cominciò a lavorare alla K.u.k. Hofwagenfabrik Jacob Lohner & Co., di Vienna, nel neo costituito "Dipartimento di Auto Elettriche". Con Jacob Lohner condivise l'interesse per la propulsione elettrica. Jacob Lohner lavorava con i mezzi di trasporto da oltre 70 anni ed era fornitore di carrozze della famiglia imperiale e dell'alta società viennese.
Il primo progetto nato da questa collaborazione è, del 1900, la Lohner-Porsche: un veicolo senza trasmissione progettato da Porsche con ruota-motore elettrico. Il veicolo venne presentato all’Esposizione Mondiale di Parigi e celebrato come un'innovazione epocale. Ferdinand Porsche testò oltremodo i suoi progetti in gara, vincendo sul circuito di Semmering, vicino a Vienna nel 1900.
Nel 1903 sposò Aloisia Johanna Kaes. Dal matrimonio ebbero due figli, Louise e Ferdinand Anton Ernst ("Ferry").
Sua figlia Louise più tardi sposò l'avvocato viennese Dr. Anton Piëch.
Dopo la sua morte nel 1952, sarà lei ad assumere la gestione della Porsche Konstruktionen GmbH, precedente della contemporanea Porsche Holding, in Austria. Dopo la guerra, fu suo figlio Ferry ad assumere la gestione dello studio di progettazione e di ingegneria Porsche; la sua passione per l'impresa lo trasformò nel produttore di auto sportive, famoso in tutto il mondo, che oggi conosciamo.
Dopo otto anni di lavoro, Porsche abbandona Lohner che aveva ceduto i brevetti Emil Jellinek nonostante l'ingenerata situazione garantisse un consistente profitto.

 

Immagini

line_separator