Questo sito richiede il plugin flash per mostrare alcuni dei suoi contenuti. DOWNLOAD
Porsche Ferdinand
item.STAMPA
 
Porsche Ferdinand
Personaggi
 

| Altri


Il suo compressore per i modelli Mercedes-Benz divenne sinonimo di sportività e corse di successo. Nel 1924, vinse la Targa Florio prorio una delle sue vetture, una Mercedes con motore 2 litri sovralimentato, 4 cilindri, 120 CV, guidata da Christian Werner, alla velocità media di 66 km/h.
Nel 1926 la Daimler si fuse con la Benz. L'unione gli dette la possibilità di firmare capolavori come Mercedes-Benz K, S, SS, SSK e nel 1927 l'Istituto di Tecnologia (Technische Hochschule) dell'Università di Stoccarda gli conferì il titolo onorifico di Dr. Ing. anche a seguito delle grandi conquiste intraprese alla Daimler. Il dott. Porsche lasciò l'azienda nel 1929 e assunse l'incarico di Direttore Tecnico a Steyr-Werke AG. in Austria.
Un anno e mezzo più tardi, aveva istituito un proprio ufficio di progettazione indipendente a Stoccarda, scelta combattuta con Pforzheim dove viveva (a 30 km dalla capitale della Svevia ), ma determinata dal fatto che fosse la quella la capitale dell'automobile dell'epoca. Lo studio venne iscritto nei registri di impresa il 23 aprile 1931 come "Dr. Ing. h.c. F. Porsche GmbH, Konstruktionen und Beratung für Motoren und Fahrzeuge" (progettazione di ingegneria e consulenza per motori e veicoli). Già il 10 agosto 1931 venne depositata, come registrazione di brevetto, la «sospensione a barra di torsione». In seguito, un noto giornalista specializzato avrebbe commentato che sarebbe stato sufficiente ciò per commemorare il nome di Porsche nel mondo automobilistico.
Nel 1932, Porsche stipulò un contratto con Auto Union per la progettazione di un 16 cilindri sovralimentato Grand Prix, un'auto da corsa per la nuova formula 750 kg [Vedi foto]. La Auto Union auto-P (P sta per Porsche) vinse 32 gare su 64 e con essa i piloti come Hans Stuck e Bernd Rosemeyer segnarono numerosi record mondiali.
Ferdinand Porsche aveva già in serbo l'idea di costruire una piccola automobile quando era alla Austro-Daimler e poi alla Benz-Daimler. Porsche voleva creare una macchina di alta qualità adatta all'uso quotidiano, che non fosse solo una versione ridotta delle note berline e decise di partire con un progetto del tutto nuovo o quasi. 
Il Partito Nazionalsocialista, le sue alte sfere con Hitler in prima persona, si interessarò all'auto che sarebbe dovuta costare meno di mille marchi con consumi non superiori ai 7 litri per 100 km. Nacque così la Volkswagen o vettura del popolo: tale nome venne usato il 17 gennaio 1934 quando si decise di iniziare lo studio approfondito di questo concetto; il 27 aprile erano pronti i primi disegni completi del prototipo. Il 22 giugno 1934, venne concluso un contratto tra l'ufficio di progettazione Porsche e la Reichsverband der Automobilindustrie, l'organizzazione del settore automobilistico tedesco, che più tardi divenne il Verband der Automobilindustrie (VDA).

 

Immagini

line_separator