Questo sito richiede il plugin flash per mostrare alcuni dei suoi contenuti. DOWNLOAD
Citroën Méhari
item.STAMPA
Citroën Méhari
Prodotti > Automobili
France 1968

| Altri


La Méhari viene presentata alla stampa il 16 maggio 1968, sul campo da golf di Deauville (nel Québec in Canada), “show all’americana” immaginato dall’allora responsabile delle Pubbliche relazioni Citroën Jacques Wolgensinger.

Creata sulla piattaforma della 2 CV Camionnette, la Méhari, battezzata inizialmente Dyane 6 Méhari, viene prodotta in 144.953 esemplari fino al 1987.

Di tutte le Citroën dell’epoca, è probabilmente quella che emana il più intenso profumo di libertà, sull’esempio della sorella maggiore, la 2 CV - è fatta i grandi spazi e la sabbia calda – del resto, il suo nome s’ispira al “méhari”, il famoso dromedario del deserto algerino.

Apparso nel 1970 il celebre arancione Kirghiz, è forse la sua livrea più familiare.

Oltre al design, è il tipo di scocca, in plastica flessibile, a decretare l’originalità e il fascino intramontabili di questa tipologia di auto di grande serie.

Immaginata avanguardista dal suo creatore Roland de La Poype, la Méhari finirà per esserlo davvero, al punto da rivelare ai più i pregi dell’ABS, non il sistema frenante, ma l’acrilonitrile-butadiene-stirene, il materiale di cui è fatta questa nuova carrozzeria termoformata composta da 11 elementi intercambiabili, con ampie nervature di rinforzo sulle fiancate per aumentarne la rigidità. Con la Méhari, svaniscono, così le preoccupazioni per la corrosione e la vernice.

Fra le iniziative originali, una coniglietta bianca dagli occhi azzurri – in carne e ossa! – in tinta con la Méhari bianca di preserie che la trasporta. Le modelle ingaggiate per l’occasione sfilano a due a due e devono somigliare l’una all’altra.