Questo sito richiede il plugin flash per mostrare alcuni dei suoi contenuti. DOWNLOAD
Numero 9
item.STAMPA
 
Numero 9
Editoriale
 

| Altri


Cari lettori,
le origini del motore a quattro tempi, risalgono al 1860 quando Alphonse Beau de Rochas, stampa in 300 copie, una sua memoria dal titolo Ciclo d’Esplosione a Quattro Tempi cioè il principio di funzionamento di quasi tutti i motori a combustione interna.
Nello stesso periodo il tedesco Nikolaus August Otto, mosse i primi passi con i motori “atmosferici”, ancora rumorosi e pesanti. A fare dunque la differenza con soluzioni nuove e pratiche, saranno Daimler e Benz che nel 1886 perfezionarono il motore e le automobili tanto che anche una donna avrebbe potuto guidarle... il che, proprio l’avvincente Bertha Benz supererà nel 1888 con il primo viaggio in automobile: un tragitto di ben 90 km, tra Mannheim e Pforzheim, andata e ritorno.
A spasso nel tempo, saliremo a bordo di auto che hanno segnato grandi vittorie come quelle di Fangio nel campionato di Formula 1 del '54 e nel '55, le Ali di Gabbiano e le Frecce d’Argento Mercedes-Benz, oggi più che mai tornate alla ribalta grazie alla nuova SLS. Con la W194 si dovette ricorrere alla chiusura dell'abitacolo con portiere a movimento verticale solo per soddisfare delle esigenze tecniche. Due anni più tardi questa soluzione verrà ripresa dalla nuova e spettacolare 300 SL Coupé che diverrà, come potrete scoprire, l'elegantissima Roadster e anche la sportiva SLS.
Buona lettura