Questo sito richiede il plugin flash per mostrare alcuni dei suoi contenuti. DOWNLOAD
Numero 11
item.STAMPA
 
Numero 11
Editoriale
 

| Altri


Cari lettori,
tra le tante leggende sul Biscione visconteo, abbiamo chiamato all'appello «Beatrix Kiddo» alias «Black Mamba», interpretata da Uma Thurman in Kill Bill di Quentin Tarantino. Riportiamo il dialogo tra Elle Driver (interpretata da Daryl Hannah) e il fratello di Bill, Budd-Sidewinter (interpretato da Michael Madsen): «Budd? Voglio presentarti il mio amico: ‘Black Mamba’. Sai, prima di andare a comprarlo, ho dato un'occhiata su Internet. Creatura affascinante il Black Mamba! In Africa, c'è un adagio che dice “Nella boscaglia un elefante può ucciderti, un leopardo può ucciderti e un Black Mamba può ucciderti, ma solo con un Black Mamba - e questo è vero in Africa sin dall'alba dei tempi - la morte è sicura”. Da qui il suo soprannome, la Morte incarnata. Il suo veleno neurotossico è uno dei più efficaci veleni naturali, agisce sul sistema nervoso provocando la paralisi. Il veleno di un Black Mamba uccide un essere umano in quattro ore, nel caso venga morso alla caviglia o al pollice tuttavia, un morso al viso o al torace può causare la morte da paralisi nel giro di 20 minuti. La quantità di veleno che può essere iniettata da un solo morso, a volte, è ‘gargantuesca’: se non si interviene immediatamente con un antidoto, 10 o 15 mg possono essere fatali per un uomo tuttavia, il Black Mamba può iniettarne di più, da 100 fino 400 mg di veleno con un singolo morso».
Buona lettura