Questo sito richiede il plugin flash per mostrare alcuni dei suoi contenuti. DOWNLOAD
Vetro
item.STAMPA
 
Vetro
Tecnica e componenti
 

| Altri


Il vetro è una soluzione solida risultante dalla solidificazione progressiva, senza tracce di cristallizzazione, di miscugli omogenei in fusione formati principalmente da silice, da soda e da calce.
Per fabbricare il vetro, bisogna fondere insieme tre elementi base:

  1. VETRIFICANTE, la silice, introdotta sotto forma di sabbia;
  2. FONDENTE, soda o potassa, sotto forma di solfato o di carbonato (abbassa la temperatura di fusione della silice);
  3. STABILIZZANTE, la calce, sotto forma di di carbonato (conferisce al vetro una resistenza maggiore agli attacchi dell'acqua).

Questi tre componenti si ritrovano infatti nelle composizioni dei vetri sino dai tempi più remoti. [Vedi Tab. 1]
Oggi il vetro più moderno, fabbricato in ragione di migliaia di tonnellate al giorno è il FLOAT GLASS con la seguente composizione: vedi Tab. 2.
Da 100 parti di miscuglio vetrificabile si ottengono 83 parti di vetro e si hanno 17 parti di perdita per volatilizzazione.

COMPOSIZIONE DEL VETRO
72,00% Silice
0,70% Allumina
10,80% Calce
2,60% Magnesia
13,60% Soda
0,30% Anidride solforosa

Il vetro così ricavato, grazie alla sua estrema versatilità, può essere tagliato, molato, foggiato a caldo, temprato.
Esso riceve nella sua struttura praticamente tutti gli elementi della tavola periodica, direttamente o sotto forma di ossidi, variando così in diversa misura le proprie caratteristiche.
L'introduzione di particolari composti metallici sciolti o dispersi nella massa allo stato colloidale, conferisce al vetro capacità di assorbimento selettivo della radiazione luminosa, e quindi colore: così l'ossido di ferro dà un Blu – Verde, il cobalto - selenio - ferro danno il Bronzo.

Tratto da SEKURIT SAINT-GOBAIN ITALIA, Manuale del vetro per auto, Savigliano, Edito a cura della Direzione Commerciale SGS, © 1982

 
  • Cronologia
    0000 500 A.C. secondo un racconto di Plinio, il vetro fu una scoperta accidentale sotto il fuoco delle pentole di alcuni mercanti fenici presso il fiume Belo in Siria.
    0000 100 A.C. i romani contribuirono molto all'industria vetraria e misero a punto la produzione per soffiaggio dentro stampi aumentando enormemente la possibile gamma dei manufatti. Inventarono ed usarono il vetro per finestre.
    0200 L'Imperatore Severo applicò una tassa ai prodotti vetrari, nel quadro di una vasta operazione di moralizzazione dei costumi.
    0300 ... ma la storia del vetro è più ricca di sgravi fiscali come quello operato da Costantino e costante ad ogni tassa o barzello gravante sui vetrai.
    0500 Inventato un nuovo procedimento per fare il vetro piano, per soffiaggio di una sfera e suo successivo allargamento per rotazione in forno. Fino al XIX sec.
    1000 Alcuni storici scrivono che i crociati portarono dall'oriente a Venezia l'arte vetraria, dove si stabili nel corso del XI sec.
    1100 A Murano venne messa a punto la composizione di un vetro che per la sua estrema limpidezza fu denominato "cristallo".
    1200 Invenzione del procedimento di fabbricazione del vetro piano per soffiaggio di cilindri, tagliati e poi di nuovo in forno, lasciati a stendere.
    1291 poichè la presenza di forni era spesso causa di incendi, un decreto del Maggior Consiglio del 1291 li concentrò nell'Isoletta di Murano.
    1665 Colbert concede alla "Manufacture Royale des Glaces" provolegi per la fabbricazione del vetro. Nasce SAINT GOBAIN.
    1700 La Saint-Gobain mette a punto il sistema per la produzione di grandi lastre di vetro colato su tavoli, steso con un enorme "mattarello" e quindi lustrato in superficie.
    1900 Produzione meccanica di cilindri da 1 m di diametro e 12 m di altezza che davano origine a lastre di m 3 x 12.
    1913 Fabbricazione del vetro tirato - procedimento FOUR-CAULT.
    1916 Nasce il procedimento LIBBEY-OWENS per vetro tirato. Permette di ottenere forti spessori e buona ricottura.
    1920 Colata continua di vetro fuso fra rulli laminatori direttamente dal forno.
    1925 Fabbricazione vetro tirato, procedimento PITTS-BURG. Si riducono i difetti ottici eliminando il contatto con il refrattario.
    1934 Fabbricazione dello specchio di 200 pollici per l'osservatorio di Monte Palomar
    1936 Fibre di vetro. Recipienti per cottura in vetro.
    1959 Primi esperimenti sul "FLOAT GLASS" (PILKINGTON).
    1964 Negli stabilimenti Saint-Gobain di Pisa inizia la costruzione del primo impianto Float Glass dell'Europa Continentale.

Immagini

line_separator