Questo sito richiede il plugin flash per mostrare alcuni dei suoi contenuti. DOWNLOAD
Trazione ibrida
item.STAMPA
 
Trazione ibrida
Tecnica e componenti
 

| Altri


Alla forza necessaria per muovere o mantenere in moto un veicolo, possono concorrere simultaneamente o separatamente più sistemi di propulsione anche di diversa natura o specie.

L’integrazione di diversi sistemi di accumulazione o conversione di energia, seppur con un maggior dispendio tecnico intrinseco, contribuisce a rendere più efficace la trazione dell'automobile, meglio adattandosi alle differenti e specifiche situazioni che il veicolo incorre durante un percorso.

I vantaggi, per il funzionamento generale, risiedono nella riduzione dei consumi e nelle migliori prestazioni determinate dall’azionamento dei diversi sistemi a seconda delle condizioni di marcia.

Tali vantaggi sono particolarmente apprezzabili quando si richiedono forti variazioni di potenza, come ad esempio nei circuiti urbani.

Pur riconoscendo la superiorità dei normali motori termici in termini di rendimento e autonomia , i costi indiretti e gli svantaggi del motore a combustione interna (basso rendimento a carico parziale e l'inquinamento atmosferico), hanno trovato nei motori ibridi un'ulteriore ragione di sviluppo.

I motori ibridi segnano così un'evoluzione alternativa e complementare del normale motore termico (o a combustione interna).

In alcune trazioni ibride, il motore a combustione interna è progettato per essere usato in una scala di media potenza dove la differenza tra potenza generata e potenza richiesta è prestata ad un accumulatore di energia elettrico o meccanico.

Compensando con la trazione alternativa, si consente l’impiego a condizioni ottimizzate del motore termico, permettendone la disattivazione durante i rallentamenti (marce a bassa potenza) e durante le soste, riducendo o annullando così le emissioni di CO2 (diossido di carbonio o anidride carbonica) responsabile dell’effetto serra.

Infatti, in fase di partenza come nelle marce a bassa potenza, il motore a combustione interna può essere sostituito dalla trazione alternativa.

Con l’impiego di una motorizzazione - a combustione interna - ridotta e grazie al contributo complementare della motorizzazione elettrica, le prestazioni in accelerazione e in ripresa sono comunque elevate se non maggiori e ottenibili senza l’aggravio dei consumi.

La trazione ibrida data dalla combinazione di un motore termico e un motore elettrico, è stata l’unica che ad oggi abbia riscosso attenzioni e successo industriale.

Le architetture di sistema, con cui viene realizzata l'interconnessione tra motore termico, motore elettrico e ruote sono principalmente:

  • in serie,
  • in parallelo e miste.

 

 

Immagini

line_separator

Video

line_separator