sabato 21 ottobre 2017


Mobilità elettrica
Tecnologia & Servizi
 
e-mobility (intro)


Redazione Online

Seppure alla voce Mobilità Elettrica andrebbe dedicato un più ampio discorso, proponiamo una prima introduzione grazie al contributo video presentato dalla e-ON, una possibile architettura urbana descritta nel video allegato [clicca sull'icona video a destra].

La mobilità a zero emissioni presenta ampie potenzialità di sviluppo.
Il progetto e-mobility promuove l’uso dell’auto elettrica, con l’obiettivo di rendere il settore dei trasporti più pulito e meno dipendente dalle risorse fossili.
Raggiungere tali obiettivi nel settore della mobilità, significa azzerare completamente le emissioni correlate all’utilizzo di autoveicoli, utilizzando veicoli alimentati da energia elettrica prodotta senza l’emissione in atmosfera di gas serra. Il campo dell’e-mobility non è dunque separato dallo sviluppo delle rinnovabili e dell’efficienza energetica nelle reti di trasmissione.

L’avanguardia nello sviluppo delle tecnologie di carica.
L'impegno nello sviluppo di tecnologie per la carica che tengano conto delle esigenze particolari degli utenti dei veicoli elettrici è uno dei nodi più rilevanti della mobilità elettrica. La messa a punto differenti sistemi di ricarica a seconda delle destinazioni (garage privati o parcheggi multi accesso) e dell’utilizzo, in grado di registrare informazioni sulla durata della carica e sui volumi di energia elettrica richiesti. Sono in fase di sviluppo sistemi intelligenti che consentiranno ai consumatori di conoscere i prezzi in tempo reale dell’energia elettrica da fonte rinnovabile. È inoltre in corso la sperimentazione di sistemi di ricarica a induzione, tramite impianti a pavimento, in grado di caricare i veicoli senza fili e con tempi di ricarica notevolmente ridotti.
Disponendo di stazioni di ricarica a corrente continua sulle nostre autostrade, con una capacità di ricarica fino a 50kW, queste stazioni sono in grado di ricaricare le auto elettriche in 20-30 minuti, a differenza delle stazioni di ricarica a corrente alternata utilizzate finora che impiegano circa sei ore per ricaricare completamente una batteria di 3,5 kW.

Indicativamente, il costo dell'energia elettrica utile a percorrere 25 km di tragitto, potrebbe essere contenuto in circa 40 centesimi di Euro, a confronto del prezzo al distributore di un litro di benzina: circa 1,60 Euro. Questo senza contare i costi indiretti dell'inquinamento.